Skip to content

OGNI TANTO ARRESTANO UNO ‘NDRANGHETISTA IN VALLE DI SUSA.

marzo 11, 2013

In attesa dei dettagli dell’operazione e dopo il dovuto apprezzamento a chi si espone in operazioni che comportano sempre dei rischi resta una perplessità di fondo. Ma è mai possibile che in uno dei luoghi dove nell’ultimo mezzo secolo si è fatto più “movimento terra” pro capite che da qualunque altra parte della penisola (e dove per sbarrare il fiume di denaro pubblico annegato in Grandi Opere & Tangenti non sarebbe bastata neanche la

la faraonica diga del Moncenisio, milioni  dio metri cubi di "movimento terra" per contenere oltre 300 milioni di metri cubi d'acqua sulla testa dei valsusini

la faraonica diga del Moncenisio, milioni di metri cubi di “movimento terra” per contenere oltre 300 milioni di metri cubi d’acqua sulla testa dei valsusini

faraonica diga del Moncenisio) si arrestino sempre e solo gregari del traffico di droga o manovali dell’estorsione?…Il fermato di oggi, “tale Vincenzo Femia, 40 anni, era ricercato da due anni per detenzione e traffico di droga”., dice una frettolosa agenzia battuta in mattinata, che aggiunge: “Il provvedimento rientra nella maxi-inchiesta ‘Minotauro’ dei carabinieri del comando provinciale di Torino che aveva portato all’arresto di 149 affiliati alla ‘ndrangheta nel giugno 2011. L’uomo si nascondeva in provincia di torino. I militari hanno individuato uno staffettista di fiducia del latitante che gli portava la spesa e gli movimentava i pizzini con cui comunicava con i famigliari. I dettagli saranno forniti alle 11 nel corso di una conferenza stampa al comando provinciale carabinieri di Torino”. E tra i dettagli (conosciuti successivamente) c’è che il ricercato dimorava in una delle borgate più amene della Valle: Pavaglione; ottima esposizione a mezzogiorno e al riparo dal vento; poco sopra Chianocco il paese dove un anno fa – il 29 febbraio 2012 – una falange di poliziotti fece irruzione in una pizzeria spaccando tutto, per catturare i pericolosi valsusini che – dopo la caduta dal traliccio di Luca Abbà – avevano bloccato l’autostrada del Frejus… http://www.torinotoday.it/cronaca/video-polizia-irruzione-trattoria-rosa-blu-chianocco.html

Il video che correda la notizia dell’arresto è meno spettacolare. E’ quasi sconcertante vedere un uomo che esce sul balcone della baita per sedersi su di una panchetta a godersi il sole invernale. http://www.lastampa.it/2013/03/11/multimedia/cronaca/il-latitante-si-nascondeva-in-val-susa-yced2HFxXI2mhfMm3JeDdM/pagina.html.  Trafficare droga – del resto – non è considerato un fenomeno eversivo e ai massimi livelli istituzionali sono stati seduti uomini che hanno sostenuto che con la mafia bisogna convivere e altri che si sono spinti a teorizzare che non bisogna fare troppo gli schizzinosi se i soldi del narcotraffico – una volta adeguatamente ripuliti – vengono sottratti a un re-impiego criminale e “investiti” nella realizzazione di Grandi Opere…Come se Libera accettasse donazioni dei mafiosi scaricabili dalla loro dichiarazione dei redditi in luogo della confisca dei loro beni provenienti da attività criminali…Poi ci si lamenta quando qualcuno di noi sostiene di cogliere un po’ di sproporzione tra una certa rassegnazione che pare accompagnare le inchieste per mafia e l’intransigenza verso quelle sulle violenze dei No Tav…
Borgone Susa, 11 marzo 2013 – Claudio Giorno

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: